L'acquisto dell’abitazione principale è detraibile in leasing immobiliare

04.02.2016

Tra le agevolazioni fiscali sulla casa introdotte dall’ultima Legge di Stabilità (dal 76esimo all’84esimo comma) è prevista la detrazione sull’acquisto dell’immobile tramite contratto di leasing (locazione finanziaria). È questa una detrazione equiparabile a quella già esistente sui mutui ipotecari e i relativi oneri accessori, ma sotto certi aspetti più conveniente se prendiamo a riferimento l’età anagrafica dell’utilizzatore.

Si tratta in effetti di un beneficio che viene appunto applicato in funzione dell’età del contraente. “Con il contratto di locazione finanziaria di immobile da adibire ad abitazione principale ” - recita il comma 76 della Finanziaria -, “la banca o l'intermediario finanziario (…) si obbliga ad acquistare o a far costruire l'immobile secondo la scelta e le indicazioni dell'utilizzatore, che se ne assume tutti i rischi, anche di perimento, e lo mette a disposizione per un dato tempo verso un determinato corrispettivo che tenga conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto. Alla scadenza del contratto l'utilizzatore ha la facoltà di acquistare la proprietà del bene a un prezzo prestabilito”.

Si tratta di un affitto finalizzato all’acquisto (riscatto) dopo un certo tempo. Tecnicamente è la banca a comprare la casa, o a farla edificare, per poi cederla all’utilizzatore dietro corresponsione delle rate di leasing, che poi sfoceranno nella rata del riscatto definitivo. Parliamo comunque di un’agevolazione a “tempo determinato”, nel senso che la Legge di Stabilità, salvo future proroghe, ne limita l’applicabilità sui contratti stipulati nel quinquennio che va dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2020.

La formula dello sgravio è analoga a quella classica applicata sui mutui ipotecari, cioè una detrazione del 19% calcolata su una soglia di spesa massima prestabilita. Tuttavia il legislatore ha previsto un doppio scaglione a seconda che l’utilizzatore sia un under 35 o un over 35, e che abbia per di più un certo reddito; inoltre la detrazione andrebbe a coinvolgere non solo le singole rate di leasing ma anche l’importo finale versato per il riscatto dell’immobile, che – lo ricordiamo – va destinato ad abitazione principale entro 12 mesi dalla consegna.

In caso, quindi, di contribuenti che abbiano un’età inferiore ai 35 anni, e un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro “all'atto della stipula del contratto di locazione finanziaria”, la detrazione del 19% compete per un importo annuo pari a:

massimo 8.000 euro in riferimento ai canoni di leasing e agli oneri accessori (detrazione massima di 1.520 euro, 19% di 8.000);

massimo 20.000 euro in riferimento all’importo del riscatto (detrazione massima di 3.800 euro, 19% di 20.000).

Per i contribuenti, invece, di età pari o superiore a 35 anni, sempre con un reddito non superiore a 55.000 euro “all'atto della stipula del contratto di locazione finanziaria”, l’importo su cui calcolare la detrazione si riduce del 50% e pertanto:

massimo 4.000 euro in riferimento ai canoni di leasing e agli oneri accessori (detrazione massima di 760 euro, 19% di 4.000);

massimo 10.000 euro in riferimento all’importo del riscatto (detrazione massima di 1.900 euro, 19% di 10.000).

 

Tratto da: Case e clima © RIPRODUZIONE RISERVATA  

Pin It

Contact us

Please let us know your name.
Invalid Input
Invalid Input
Invalid Input
Please let us know your email address.
Please let us know your message.
Invalid Input
Invalid Input

Re.Pack srl

Via Antoniana, 108/A
Campodarsego (PD)
35011 - Padova
Italia

E-mail: Ova e-mail adresa je zaštićena od spambota. Potrebno je omogućiti JavaScript da je vidite.
Telefono: +39 049 9202401
Fax: +39 049 5564468

Informazioni: Ova e-mail adresa je zaštićena od spambota. Potrebno je omogućiti JavaScript da je vidite.